SPECIAL PRICE STORE
Francesco Cusa - Official Website - 3) FRANCESCO CUSA NAKED MUSICIANS

3) FRANCESCO CUSA NAKED MUSICIANS

www.youtube.com/playlist?list=PLEB52134B67E4D9E0
a) NAKED MUSICIANS "VOCAL": Francesco Cusa - conductor
Manuel Attanasio - voice, Gaia Mattiuzzi - voice, Alessia Obino - voice, Marta Raviglia - voice, Cristina Renzetti - voice, Vincenzo Vasi -voice, Annalisa Pascai Saiu -voice

This conduction project, exclusively focused on vocality, comes from the histrionic strenght of this unusual ensemble, it was a real “coral instrument” to be played to heart’s content. The ductility of this extraordinary instrument turns me into an enthusiast painter, a little boy playing with colors in all their infinite shades. It’s like playing an harp, vocal cords are similar to its thin strings and they create a multidimensional universe. Directing this Chant was like managing the helm of a corsar shit, among tropical winds, sirens, mermen and sea monsters coming from Verne’s tales. Let go the fore-top-gallant sail and get lost in the roll, with the shores of a friendly land in the background.

"Questo mio lavoro di conduction, esclusivamente dedito alla vocalità, trae spunto dalla istrionica forza di questo organico, vero e proprio 'strumento corale' da suonare a piacimento. La duttilità del materiale artistico a disposizione, pone menelle vesti del pittore dilettante, del bambino che giocherella con la tavolozza dei colori, avendo a disposizione un ordine infinito di gradazioni e sfumature. E' come suonare un'arpa, tante sono le corde vocali, che come stringhe sottili compongono un universo sonoro cangiante e multidimensionale. Accostarsi a questo Canto è stato per me come dirigere il timone di una nave corsara, tra venti tropicali, sirene, tritoni e mostri marini di verniana memoria.. Mollare il pappafico e perdersi nel rollio, sullo sfondo le ombre di una terra amica". (Francesco Cusa)


b) NAKED MUSICIANS: WORKSHOP:

Musical workshop »The Naked Musicians« is intended for anyone who wants to know the secrets of making music in a group (collective). In this year's workshop, the mentor, Italian percussionist and composer Francesco Cusa will try to repeat the success of his last year's workshop, which surprised everyone on the last concert day: »students« with various musical backgrounds and knowledge have contructed an unusual but glorious one hour long composition under the guidance of their mentor.The mentor will use his own techniques to test the musical talents of the participants. He will also try to erase their prejudice towards playing in a group and try to teach them how to listen to eachother. In this way he will try to set up a group which will be prepared to play on the last day in front of an audience and record a live CD The Naked Musicians II.Francesco wishes musicians to know that musical expertise is not that important but rather the love for music. Those interested should bring their own instrument(s) with them. As Cusa says, even a group as boring as one composed of 134 drummers and 156 guitarists should appear in an interesting musical display on the last day of Sajeta. (from the festival Sajeta, Slovenia)

"Punta di diamante e insieme elemento dalla maggior potenza di fuoco del collettivo Improvvisatore Involontario, Naked Musicians è l'orchestra di improvvisazione ideata e diretta da Francesco Cusa. Attraverso una personale versione della ormai nota tecnica detta conduction, Cusa indirizza con un insieme di simboli gestuali i talentuosi musicisti coinvolti in un flusso che ha un intento condiviso: quello di unire l'immaginazione compositiva del direttore e la forza creativa degli strumentisti per creare un'opera densa e stratificata - senza nessuna struttura predefinita e nessuna sintassi di riferimento. Più che un'improvvisazione collettiva, una vera e propria composizione istantanea a più mani, in cui possono scontrarsi e sovrapporsi moduli ritmici di richiamo minimalista, tribalismi percussivi o vocali, puntillismi astratti, fraseggi jazzistici, elettronica di ogni specie (loop digitali, glitch&idm, live-processing di strumenti acustici, visuals associati agli ambienti sonori prodotti), sample di partiture contemporanee o citazioni da juke-box nazionalpopolare: né i musicisti né il direttore d'orchestra sanno prima che si inizi dove gli stimoli continui che si scambiano nell'arco di un'ora li faranno approdare. Dopo anni di attività e l'alternanza di decine di organici e strumentisti differenti, il progetto Naked Musicians ha subito tra il 2010 e il 2011 un processo evolutivo che giaceva dormiente da lungo tempo: divenendo un gruppo stabile, con prove settimanali e legami di stretta collaborazione all'interno del collettivo (con la cruciale decisione di tenere chiuse le porte dell'orchestra a chi non ne è membro), Naked Musicians ha ampliato ancora le sue prospettive, ha cominciato a mettere a frutto il suo vero potenziale e ha preso il volo. Letteralmente: nel marzo 2011 l'intera orchestra ha attraversato l'atlantico per una settimana di concerti nella mecca della musica di ricerca, New York. Il prestigio, l'eterogeneità e l'entusiasmo unanime degli ospiti coinvolti - da Mauro Pagani a Elliott Sharp, da Cristina Zavalloni a Jim Pugliese, Ron Anderson e tanti altri - testimoniano quanto unica sia quest'orchestra nella ricchezza dei linguaggi espressivi che padroneggia.

DISCOGRAPHY:NAKED MUSICIANS "A sicilian way to cooking mind"IMPROVVISATOREINVOLONTARIO I.I .0004 (2006), NAKED MUSICIANS "Emiliano Culastrisce",IMPROVVISATOREINVOLONTARIO I.I .0014 (2009), VOCAL NAKED MUSICIANS “Flowers in the Garbage” IMPROVVISATOREINVOLONTARIO I. (2013)